facebook
instagram
whatsapp
WhatsAppImage2020-11-15at13.38.58.jpeg

La Piccolissima Via

Suor Maria Consolata Betrone

Suor Maria Consolata Betrone nasce il 6 Aprile 1903 a Saluzzo (CN) in una numerosa famiglia. A 13 anni sente la vocazione ma è solo il 17 aprile del 1929 che entra nel monastero delle Clarisse Cappuccine di Torino e 8 aprile

del 1934 emette i voti perpetui. In comunità svolge vari lavori: cuoca, portinaia, ciabattina e infermiera. A luglio del 1939 viene trasferita nel nuovo monasteri di Moncalieri. Conquistata alla piccola via di Santa Teresa di Lisieux, suor Consolata integra la dottrina con " la piccolissima via d'amore". La vocazione di suor Consolata è quella di amare continuamente in un profondo silenzio di parole e pensieri. Ed utilizza una formula semplicissima: " Gesù, Maria vi amo, salvate anime". Questo atto D'Amore è una predisposizione del cuore in comunione con Dio, durante tutta la vita e in ogni avvenimento. Con ogni atto d'amore perfetto c'è

un aumento di grazia santificante, e si diminuiscono le pene del Purgatorio. L'atto d'amore è l'azione più semplice, facile e breve che possiamo fare. Lo possiamo fare in modo che nessuno se ne accorga, in ogni momento, dovunque! Dio è sempre presente! Possiamo compiere atti di vero amore facendo tutte le nostre azioni, le più umili e le più semplici come bere e mangiare. Sopportando per amore di Dio le piccole o grandi sofferenze d'ogni giorno e offrendogli con amore piccoli sacrifici del dovere quotidiano.

Gesù appare a suor Consolata e questi sono pensieri che Lui le riferisce.

"Perché non ti permetto tante preghiere vocali? Perché l'atto d'amore è più fecondo. Un "Gesù, Maria vi amo, salvate anime" ripara per mille bestemmie".

"Seguimi con l'atto incessante d'amore giorno per giorno, ora per ora, minuto per minuto; a tutto il resto penserò Io, provvederò Io. Finché tu stai in me col continuo atto di amore, tu vivi una vita meravigliosa, divina".

"Amami solo, amami sempre, rispondi con grande amore un "sì" a tutto, a tutte, sempre; ecco la tua vita. Nient'altro che questo, a tutto il resto penso e provvedo Io. Se una creatura di buona volontà mi vorrà amare e fare della sua vita un solo atto d'amore (col cuore s'intende), da quando si alza a quando si addormenta, Io farò per questo anima delle follie. Scrivilo".

Le piccolissime.

Le piccolissime, sono le anime chiamate a seguire la piccolissima via d'amore di suor Consolata.

Gesù a suor consolata: " ti faccio scrivere queste cose non per te, ma per un numero stragrande di anime piccolissime che ti seguiranno nel darmi l'atto d'amore, " Gesù e Maria vi amo, salvate anime".

Questa piccolissima via consiste:

1)in un atto incessante d'amore fatto con il cuore.

2)un sì a tutti, con il sorriso, vedendo e trattando Gesù in tutti.

3)un sì a tutto, col ringraziamento.

L'anima piccolissima deve essere un sì vivente, donandosi in totalità, l'amore non dice mai di no, tranne al peccato. L'anima piccolissima ringrazia per tutto, e si dispone alla confidenza e all'abbandono in Dio.

Le angiolette

Le angiolette sono quelle anime che anche se non sono chiamate all'atto d'amore incessante, usano un particolare modo di pregare. I laici, occupati in varie necessità della vita non sempre riescono a trovare tempo per lunghe preghiere e trovano nell'atto d'amore un grande aiuto per la loro vita spirituale, in modo da poter santificare le loro fatiche quotidiane.

La seguente lettera è scritta da suor Consolata alle anime piccolissime:

"Carissima piccolissima del Cuore di Gesù, alla sera, mettendoti a riposo, pregherai il tuo buon Angelo custode che, mentre tu dormi,sia lui ad amare Gesù al tuo posto, e che ti svegli al mattino seguente ispirandosi l'atto d'amore. Se tu sarai fedele a pregarlo così ogni sera, lui sarà fedele ogni mattina a svegliarti in un " Gesù, Maria vi amo, salvate anime". Incominciata così la tua giornata, proseguirai ad amare sino al tuo incontro con Gesù Eucarestia... Continua pure le tue solite pratiche di pietà, ma non aggiungerne altre; lascia che il tuo atto d'amore assorba ogni ritaglio di tempo libero, e in seguito, se Gesù te lo ispirerà, anche qualche tua preghiera vocale. Nella Santa Comunione affida, abbandona a Gesù te stessa, le tue preoccupazioni, i tuoi progetti, desideri, le tue pene e non ci pensare più; poiché tutta la d'una piccolissima si basa sulla promessa divina: "Io penserò a tutto, sino ai minimi particolari, tu pensa solo ad amare".

 

 

PREGHIERA

 

"O Gesù, Tu che prediligo i piccoli e gli umili di cuore, e sveli ad essi i tuoi segreti d'amore, rendi anche me piccola ed umile, e svela anche a me, per il bene delle anime, i tuoi segreti d'amore. Ti, o Gesù, che per un atto d'amore doni te stesso all'anima, donati anche a me, che voglio vivere di amore per Te.

 

Padre Lorenzo Sales

 

Direttore spirituale

 

Libri consigliati:

Appunti in coro: Diari. Libreria editrice Vaticana

 

Gli amici del Sacro Cuore

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder