facebook
instagram
whatsapp
telegram

Cammino di Perfezione di S. Teresa di Gesù

30-09-2021 09:00

Fra Vincenzo

Totustuus_ocd,

Cammino di Perfezione di S. Teresa di Gesù

L'umiltà

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Spunti di riflessione a cura di Fra Vincenzo OCD

 

Meditazione n° 18

 

«Sforziamoci, figliole mie, d’imitare, almeno in qualche cosa, la profonda umiltà della Santissima Vergine di cui portiamo l’abito» (13,3).

 

La santa madre Teresa oggi ci invita ad imitare «la profonda umiltà della Santissima Vergine». Rivestirsi dello Scapolare significa rivestirsi di Lei, sforzarsi di vivere ogni giorno come Lei si è comportata, e parafrasando san Paolo: avendo gli stessi sentimenti che furono della Vergine, cioè «ad assimilarne le interne disposizioni» (Nilo Geogea, OCD), al fine di divenire una fedele icona di Maria. Ella non si lamentò mai di nulla, non desiderò per sé onori e riconoscimenti, ma volle essere in tutto conforme al Figlio Suo che pur essendo Dio divenne come un reietto. Possiamo noi desiderare diversamente dal Cristo, da Colei che Lo ha generato, cresciuto, amato e ce Lo ha donato totalmente? La risposta è sempre NO. Non imitiamo coloro che seguono il Vangelo in maniera “rilassata”! Non esiste un Vangelo accomodante! Non esiste la Gloria senza la Croce, non c’è Risurrezione senza la sofferenza e la morte, senza un conformarci a Gesù e a Maria. Lui è stato chiarissimo: «Nessuno può servire a due padroni: o odierà l'uno e amerà l'altro, o preferirà l'uno e disprezzerà l'altro: non potete servire a Dio e a mammona» (Mt 6,24). Il Paradiso può essere anche in questa vita «disprezzando ogni nostra soddisfazione, non pensando che a contentare il Signore. (…) Un’anima che non fa progresso in un anno, temo che non ne farà neppure in molti, per non dire che indietreggerà» (7). Santa Teresa termina dicendo che non vuole la perfezione, ma che la vita parli della disposizione a volervi giungere.

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder