facebook
instagram
whatsapp
telegram

Santi apostoli Filippo e Giacomo

03-05-2021 01:00

Il portale del Sacro Cuore di Gesù

Santi,

Santi apostoli Filippo e Giacomo

Santi apostoli Filippo e Giacomo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Santi apostoli Filippo e Giacomo

 

S. Filippo, nato a Betsaida, era un uomo giusto che consultava le Scritture per conoscere quando si sarebbe avverata la promessa del futuro Liberatore atteso da tutte le genti.

 

Viene ricordato nel Vangelo per la sua domanda rivolta a Gesù nel deserto, prima che operasse il miracolo della moltiplicazione dei pani: «Dove troveremo sufficiente pane per sfamare tanta moltitudine? ».

 

Dopo aver ricevuto lo Spirito Santo portò il Vangelo nella Scizia e fondò una comunità di ferventi cristiani, andò poi in Frigia, dove per le numerose conversioni fu preso in odio, lo maltrattarono e lo crocifissero; aveva allora 84 anni. Le sue reliquie furono poi trasportate a Roma.

 

S. Giacomo era figlio di Alfeo e di Maria, parente della Madonna. Egli fin da piccolo, dice il Breviario, non bevve mai vino, si astenne dalla carne ed osservò il voto e gli obblighi del nazareato. Chiamato da Gesù fu perseverante nella vocazione e seguì in tutta la sua vita il Messia.

 

Ricevuto lo Spirito Santo rimase vescovo di Gerusalemme, dove fondò una comunità di cristiani che crebbe numerosa, insieme alla sua santità e per questo fu soprannominato il Giusto.

 

Governò la sua Chiesa per circa trent'anni, operando numerose conversioni, proprio per questo fu preso in odio dagli Ebrei, che lo assalirono mentre stava pregando nel tempio, e trascinatolo sulla terrazza lo gettarono al suolo, non morì nella caduta, anzi inginocchiatosi invocava perdono ai suoi persecutori, quando un colpo di mazza gli spaccò il cranio. Aveva 96 anni. Lasciò come ricordo la Lettera Cattolica, nella quale è celebre il suo detto: «La fede senza le opere è morta».

 

Il portale del Sacro Cuore di Gesù

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder